Investimenti sostenibili: intervista La7 a Francesca Colombo

Investimenti sostenibili: Francesca Colombo, Responsabile Analisi e Ricerca di Etica Sgr risponde alle domande di LIKE, su La7.

La nuova Commissione Europea ha indicato l’ambiente, il contrasto alle disparità e la crescita inclusiva tra le priorità del proprio mandato. A metà gennaio ha approvato un piano, ribattezzato “Green Deal” che, tra le altre cose, prevede di dedicare un quarto del bilancio a misure di contrasto ai cambiamenti climatici. Le risorse serviranno come leva per attrarre anche investimenti sostenibili e raggiungere l’obiettivo di un’Europa climaticamente neutra entro il 2050.

Green Deal. Che cosa ne pensa Etica Sgr?

«Accogliamo con favore il “Green Deal”, visto che l’urgenza è confermata anche dagli scienziati: se non gestiremo in modo efficace il riscaldamento globale, nei prossimi decenni potremmo ritrovarci in un mondo molto diverso da quello che conosciamo, con importanti scompensi economici e sociali. Noi proponiamo da sempre esclusivamente investimenti sostenibili e siamo siamo in prima linea su questo tema» – dichiara Francesca Colombo. «E, più in generale, sulla dimensione ambientale. Il nostro approccio, tra l’altro, prende sempre in considerazione anche i temi sociali e quelli di governance».

Investimenti sostenibili: tutti ne parlano. Come approcciare i risparmiatori?

«Quando Etica Sgr è nata, nel 2000, eravamo in pochissimi a parlare di investimenti sostenibili» dice la dottoressa Colombo. «Oggi il tema è sulla bocca di tutti e sul mercato esistono differenti strategie. In questo contesto diventa fondamentale la trasparenza nei confronti dei risparmiatori oltre alla formazione, che svolge un ruolo chiave nella diffusione della cultura relativa agli investimenti sostenibili e responsabili. Nella nostra  storia abbiamo da sempre dimostrato un forte impegno su questi aspetti».

Gli investimenti sostenibili offrono rendimenti in linea con quelli dei mercati in generale?

«Possiamo dire, dopo 20 anni di attività, che i due obiettivi si coniugano bene. Scegliere investimenti sostenibili significa selezionare realtà che nel medio-lungo periodo portano vantaggi a tutto il contesto di riferimento, compresi gli investitori. Il nostro modello di selezione lo conferma: dapprima applichiamo dei criteri di esclusione per aziende coinvolte in attività o settori controversi come ad esempio quello petrolifero, estrattivo o degli armamenti. Quindi adottiamo il cosiddetto approccio “best in class”, scegliendo – attraverso oltre 100 indicatori – gli emittenti con i punteggi ESG più elevati. In ultimo, con un approccio propositivo, stimoliamo le società nelle quali investono i fondi ad adottare strategie sostenibili e responsabili».

I consumatori chiedono alle aziende di dimostrare che sono davvero attente ai temi della sostenibilità

«Credo sia un’evoluzione positiva, vale anche nel settore degli investimenti sostenibili. Ogni anno Etica Sgr pubblica il Report di Impatto: un documento che misura concretamente i risultati dell’attività di selezione e del dialogo con le aziende di Etica Sgr. Tutte le analisi sono effettuate prendendo in considerazione i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, che mirano ad affrontare i cambiamenti climatici e a perseguire lo sviluppo sociale e un’economia sostenibile. Tutti siamo chiamati a impegnarci concretamente».

Ti potrebbe interessare anche