Campari | 2015

Per la seconda volta, il 30 aprile 2014, Etica Sgr ha votato all’assemblea generale degli azionisti di Campari, società italiana che opera nel settore beverage, con la produzione di bevande alcoliche e analcoliche. Etica Sgr è intervenuta in assemblea per sollecitare l’attenzione del management su alcuni aspetti legati alla sostenibilità d’impresa.

Etica Sgr, non avendo nulla da eccepire sulla veridicità delle informazioni riportate e considerando equilibrato il payout ratio della Società, ha espresso voto favorevole all’approvazione del bilancio e alla destinazione dell’utile d’esercizio. Per quanto riguarda l’approvazione della relazione sulla remunerazione e l’approvazione del piano di stock option, Etica Sgr ha espresso voto contrario ad entrambi i punti, alla luce di alcune criticità riscontrate. In primo luogo, si è rilevata la mancanza di informazioni esaustive inerenti i pesi di ogni singolo target ed i singoli obiettivi da raggiungere per l’ottenimento della remunerazione variabile di breve e di lungo periodo, causando l’impossibilità di comprendere l’effettiva corrispondenza tra compensi erogati e performance raggiunte. In secondo luogo, è stata valutata negativamente la mancanza di clausole di clawback ed è stata posta attenzione sulla facoltà data al Comitato per le Remunerazioni di rivedere i meccanismi di remunerazione ex-post in caso di acquisizioni significative. In sede di assemblea, Etica Sgr ha espresso le criticità riscontrate ed ha suggerito a Campari l’introduzione, tra i parametri sottostanti alla definizione delle componenti variabili delle remunerazioni del Presidente e Amministratore Delegato e degli altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche, obiettivi di carattere sociale e ambientale. Inoltre, è stato chiesto alla Società di pubblicare il dato relativo al rapporto esistente tra la retribuzione media dei dipendenti di Campari e quella dell’Amministratore Delegato.

Etica Sgr, nel suo discorso in assemblea, si è complimentata con il management della Società per i buoni risultati raggiunti e per i notevoli miglioramenti, rispetto all’anno precedente, nella rendicontazione socio-ambientale, in termini di trasparenza e comunicazione. Si è auspicato che Campari si impegni per una pubblicazione di un Bilancio di Sostenibilità completo, a beneficio di tutti i portatori di interesse e redatto secondo le linee guida del Global Reporting Initiative.

Pur essendo consapevole della partecipazione di Campari a Spirits Europe e dell’impegno profuso per una definizione di un modello di calcolo della CO2 dedicato al settore Spirits, Etica Sgr ha invitato Campari a prendere in considerazione l’adesione ai questionari Climate Change e Water promosso dal Carbon Disclosure Project ed a pubblicarne i risultati. Si è posto inoltre l’attenzione alla necessità per Campari di adottare una policy ambientale specifica, espressione sia delle performance attuali sia degli obiettivi da raggiungere in termini di emissioni in atmosfera, utilizzo della risorsa idrica, inquinamento idrico, gestione dei rifiuti, percentuale di riciclabilità, consumo energetico e utilizzo di fonti rinnovabili, che vada altresì ad integrare i dati già ben rendicontati nel documento “Sustainable Campari”.

In occasione dell’intervento assembleare, Etica Sgr ha inoltre richiesto maggiori dettagli sugli audit condotti in merito a tematiche legate al rispetto dei diritti umani e alla sicurezza sul luogo di lavoro. Infine, in un’ottica di attenzione sempre maggiore verso la qualità dei prodotti e la catena di fornitura, si è richiesto di prendere in considerazione la creazione di una filiera Fairtrade o di una linea di prodotti biologica.

Luca Garavoglia, Presidente della Società, ha comunicato che in futuro Campari si impegnerà per migliorare la rendicontazione ambientale (gestione dei rifiuti, percentuale di riciclabilità, utilizzo di energia rinnovabile e consumo energetico) e per sviluppare una linea di prodotti biologica o fairtrade. Il rapporto esistente tra la retribuzione media dei dipendenti di Campari e quella dell’Amministratore Delegato non è stato reso pubblico per difficoltà riscontrata nell’omogeneizzazione dei dati riferiti ai differenti Paesi in cui Campari opera.

I punti all’ordine del giorno (OdG) e il voto di Etica Sgr:

Punti OdG A favore Contro Astensione Rif. Linee Guida Etica Sgr
Parte ordinaria
1) Approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2014 e deliberazioni conseguenti. X 1.7, 1.7.1
2) Approvazione della relazione sulla remunerazione ai sensi dell’articolo 123-ter TUF. X 1.6
3) Approvazione del piano di stock option ai sensi dell’articolo 114-bis TUF. X
4) Autorizzazione all’acquisto e/o alienazione di azioni proprie. X 1.5
Parte straordinaria
1) Proposta di rinnovo, per cinque anni dalla data della deliberazione, della delega al Consiglio di Amministrazione per l’aumento, a pagamento e/o gratuito, del capitale sociale, con espresso riconoscimento della facoltà di adottare altresì le deliberazioni di cui all’articolo 2441, 4° e 5° comma, cod. civ., nonché per l’emissione di obbligazioni convertibili in azioni della Società, di titoli (anche diversi dalle obbligazioni) che comunque consentano la sottoscrizione di nuove azioni e degli strumenti finanziari partecipativi di cui all’articolo 2346, 6° comma, cod. civ.; approvazione delle modifiche statutarie conseguenti, revisione dell’articolato e indicazione del riferimento corretto all’articolo 20, 2° comma. X
Engagement Campari Politica di remunerazione Rendicontazione socio-ambientale Società italiane
Ti potrebbe interessare anche