Science Based Targets, investitori responsabili a favore del Pianeta

La campagna di CDP a supporto dei Science Based Target (SBT) è nata nel 2020 con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero possibile di investitori al fine di guidare le aziende nella definizione di strategie e azioni ambiziose e allineate alla scienza in termini di mitigazione dei cambiamenti climatici. Questo impegno si traduce in politiche finalizzate ad abbattere le emissioni di gas ad effetto serra, conformemente a ciò che è stato indicato a Parigi nel 2015.

L’accordo di Parigi chiede di limitare entro la fine del secolo la crescita della temperatura media globale, sulla superficie delle terre emerse e degli oceani, ben al di sotto di 2 gradi centigradi rispetto ai livelli pre-industriali. Rimanendo, recita il testo, il più possibile vicini agli 1,5 gradi.

Anche nel 2021. Etica Sgr è tra i 220 investitori istituzionali chehanno aderito al progetto. In totale i partecipanti detengono asset per 29,3 miliardi di dollari e chiedono di fissare i target coerenti con le evidenze scientifiche in materia di limitazione del riscaldamento climatico.

Science Based Targets, cresce il numero di imprese impegnate per il clima

Nel 2020 137 istituti finanziari di tutto il mondo avevano aderito al progetto: nel 2021 si è registrata una crescita del 60%. Segno che anche nel mondo della finanza la consapevolezza della necessità di agire immediatamente sui cambiamenti climatici è sempre più diffusa. Così come la volontà di manifestare tale necessità ai dirigenti delle imprese, tentando di convincerli della necessità di agire sulla base di dati scientifici condivisi.

«Dopo la campagna del 2020 – spiega CDP – sono 154 le aziende che hanno aderito al progetto. Le loro emissioni sono pari a quelle di una nazione come la Germania. E le imprese che hanno adottato gli SBT hanno abbattuto le loro emissioni di gas ad effetto serra del 6,4%».

I risultati sono dunque evidenti: la moral suasion nei confronti delle aziende paga. CDP ha inviato quest’anno il proprio appello a 1.600 aziende di tutto il mondo, chiedendo che ciascuna di esse fissi dei target di riduzione delle emissioni credibili, ambiziosi  e allineati alla scienza.

L’impegno di Etica

aldo bonati«Etica Sgr ha iniziato a chiedere alle aziende di fissare obiettivi di riduzione delle emissioni certificati come science based nel 2018, è quindi naturale partecipare alla campagna Science Based Targets di CDP» ha commentato Aldo Bonati, Corporate Engagement and Networks Manager di Etica Sgr. «La campagna chiarisce e rafforza le aspettative degli investitori su come le aziende possono fare la loro parte per raggiungere l’obiettivo sul clima fissato dall’Accordo di Parigi. Le imprese che aderiscono dimostrano il loro impegno a integrare il rischio climatico nel loro sistema di gestione. È compito degli investitori non solo chiedere di fissare obiettivi, ma anche verificare il percorso verso il loro raggiungimento. Le aziende che riusciranno a raggiungere o superare i target fissati sono meglio attrezzate per affrontare i rischi e le opportunità della transizione verso un’economia a basse emissioni di gas serra».

Ti potrebbe anche interessare