Educazione finanziaria, quarta puntata della Webserie per Millennials

Educazione finanziaria: più volte in questo blog abbiamo parlato di quanto i cittadini nel nostro Paese siano poco formati su temi legati al risparmio. Un’indagine di Standard & Poor’s del 2018 ha certificato che l’Italia è agli ultimi posti tra i Paesi avanzati per educazione finanziaria: quasi 2 italiani su 3 non sono in grado di dare la risposta corretta a quesiti elementari sui temi economico-finanziari.

La situazione è ancora più drammatica per i giovani adulti, i cosiddetti “Millenials[1]. Anche perché questa generazione si appresta a compiere 40 anni: i Millenials sono nati tra il 1981 e il 1996, sebbene nel linguaggio giornalistico italiano il termine millennials venga spesso usato, erroneamente[1], per indicare i nati dal 2000 in poi (che invece rappresentano la “generazione Z“).

Lei, io e il Lungo: quarta puntata della webserie sull’educazione finanziaria

Educazione finanziaria dei Millenials: l’autore Alberto Pattono e gli attori de Il Terzo segreto di satira hanno realizzato la webserie in 4 episodi dal titolo Lei io e il Lungo, con il contributo di Fondazione Finanza Etica, grazie all‘erogazione liberale ricevuta nel 2018 da Etica Sgr.

Nella quarta puntata della webserie non si parla di finanza ma di… psicologia. Già, perché per investire bene conta di più concentrarsi su come noi ci comportiamo piuttosto che sui mercati finanziari. E in fatto di comportamento, ecco, tutti noi possiamo fare meglio. Spesso, infatti, tendiamo a sopravvalutare le nostre capacità (al volante, sul campo da calcetto… e anche in fatto di investimenti). Oppure, attribuiamo ai soldi un valore diverso a seconda delle circostanze, anche se 20 euro, ad esempio, sono sempre 20 euro. O ancora, vediamo solo le prove che confermano le nostre tesi e prevediamo con grande lungimiranza come andranno le cose, ma solo dopo che sono avvenute.

Qesti sono esempi di alcuni dei più frequenti bias cognitivi, cioè errori di valutazione dovuti a pregiudizi, percezioni errate, distorsioni, a cui tutti siamo in qualche modo esposti: overconfidence, conti mentali, bias di conferma…

Quando prendiamo decisioni di investimento, non siamo razionali e calcolatori come suggerisce la teoria dell’homo economicous ma siamo soggetti a questi e altri errori cognitivi. Conoscerli, dunque conoscere i nostri limiti, è il primo passo per diventare investitori migliori.

L’erogazione liberale di Etica Sgr

Nel 2018 Etica Sgr ha promosso un bando per progetti innovativi di educazione finanziaria e risparmio consapevole. Il bando, realizzato dalla Fondazione Finanza Etica, si fondava su una convinzione: per essere efficaci nell’educazione finanziaria occorre esplorare nuovi linguaggi e format. Etica Sgr ha quindi avviato un’iniziativa a titolo di liberalità per progetti di educazione finanziaria.

Le puntate precedenti della Webserie

Puntata 3. Lei, io & il Lungo e il denaro che profuma

Puntata 2. Lei, io & il Lungo e il Piano Finanziario

Puntata 1. Lei, io & il Lungo e le notizie che contano

Ti potrebbe interessare anche