Fondi ESG e Engagement: intervista La7 a Ugo Biggeri

Fondi ESG e engagement: negli ultimi tempi la comunicazione finanziaria è incentrata sui temi della sostenibilità e responsabilità. Sicuramente è la risposta al crescente interesse dei risparmiatori verso il rispetto dell’ambiente e la produzione di energia da fonti rinnovabili. In questo scenario, per il risparmiatore, non sempre è facile distinguere tra i prodotti che davvero rispondono a questi criteri e quelli che sono solo frutto di marketing.

Fondi ESG e engagement: il core business di Etica Sgr

Aiutare il risparmiatore a fare scelte consapevoli: questa è una delle grandi sfide che il mercato ha davanti. Per quanto riguarda Etica Sgr i fondi ESG sono il nostro core business da quando siamo nati nel 2000. Tutti i fondi che proponiamo sono al 100% ESG. È importante che anche il quadro regolamentare faccia dei passi in avanti per evitare interpretazioni diverse a seconda del mercato o Paese di riferimento.

Sappiamo che la Commissione Europea sta lavorando in questa direzione, anche se ci saremmo aspettati scelte più coraggiose. L’urgenza di chiarezza su questi temi è grande.

 

L’Engagement

Tra gli approcci dei fondi ESG, cioè che presentano attenzione alle tematiche ambientali, sociali e di governance, va prendendo piede il cosiddetto engagement.

In Etica Sgr realizziamo l’attività di engagement attraverso il dialogo con il management delle società in cui investono i fondi e l’azionariato attivo, ovvero l’esercizio dei diritti di voto nelle assemblee degli azionisti. L’obiettivo è spingere le imprese a fare scelte sostenibili.

Un’attività che porta risultati anche in termini di performance. Diversi studi dimostrano che le società impegnate sull’engagement ottengono risultati migliori della media.

La volatilità

Al di là dei rendimenti, in questo momento alcuni fattori come le tensioni geopolitiche e le decisioni delle banche centrali spesso causano brusche oscillazioni nei valori dei titoli quotati. Una preoccupazione in più per i risparmiatori.

Sul fronte della volatilità, spiega il Presidente Biggeri, i fondi ESG comportano dei vantaggi: aiutano a individuare, e quindi potenzialmente a evitare, le fonti di possibili rischi futuri. Ad esempio un’azienda del settore energetico che non opera con fonti fossili è immune dal rischio di incidenti alle petroliere in mare, come purtroppo è avvenuto nel recente passato. Il risparmiatore evita così di investire in realtà potenzialmente pericolose per l’ambiente, per la società e anche per i conti delle aziende coinvolte.

Tra i temi di cui Etica Sgr si è occupata di recente ci sono le politiche ambientali di rendicontazione delle emissioni e i progetti per un’economia low carbon, il monitoraggio dei diritti umani lungo la catena di fornitura e la richiesta di trasparenza nella politica fiscale.

L’Impatto positivo dei fondi ESG

Oltre ai risultati in termini di rendimento, i nostri fondi ESG rendicontano i risultati socio-ambientali. Per questo realizziamo il Report di impatto, un documento annuale in cui presentiamo in modo chiaro e trasparente l’impatto ESG dell’attività di selezione dei titoli (rispetto al mercato di riferimento) e i risultati dell’attività di engagement.

Lo studio prende in considerazione i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU.

Ti potrebbe interessare anche