Fase di transizione sui mercati, l’approccio ESG resta saldo

Fase di transizione: sui mercati finanziari si osservano cali dei titoli tecnologici e, tra le conseguenze della guerra in Ucraina, buone performance dei settori degli armamenti e delle fonti fossili (carbone e petrolio). In questo contesto alcuni articoli hanno iniziato a parlare di “crisi dell’ESG”. Sarà vero? Proviamo a rispondere.

La fase di transizione dei mercati finanziari

Stiamo attraversando un momento storico particolare, caratterizzato da una forte incertezza politica ed economica che si riflette nei mercati mobiliari, creando volatilità a livello globale.

La combinazione data dalle tensioni geopolitiche, dall’aumento dell’inflazione e dal conseguente inasprimento delle politiche monetarie delle banche centrali, ha portato a rivedere al ribasso le stime di crescita dell’economia mondiale.

clima - esg - fase di transizione

In questo contesto, la repentina risalita dei rendimenti governativi e l’allargamento degli spread dei titoli corporate bond hanno influenzato in modo considerevole l’andamento dei corsi obbligazionari.

Il mercato azionario, al di là del conflitto in Ucraina, è stata oggetto di una costante revisione al ribasso delle forse troppo ottimistiche stime di crescita per il 2022 sia in America sia in Europa. I grandi investitori stanno riducendo gradualmente l’esposizione che, fino a poco tempo fa (con i tassi d’interesse molto bassi), costituiva un’alternativa d’investimento interessante.

In questa fase di transizione i fondi di Etica Sgr sono sostanzialmente in linea ai propri indici di riferimento.

I FAANG sono in ribasso. Che fa Etica Sgr? 

I fondi di Etica Sgr, a differenza di altri prodotti sostenibili, escludono già da tempo i titoli dei cosiddetti FAANG ovvero Facebook (Meta Platforms), Amazon, Apple, Netflix, Google (Alphabet). Le motivazioni principali sono dovute ad una o più delle seguenti circostanze: episodi legati al rispetto della privacy degli utenti, dei diritti dei lavoratori lungo la catena di fornitura, abuso di posizione dominante, discriminazione sul luogo di lavoro, diritto di associazione e sindacato, punteggi ESG bassi all’interno del settore di appartenenza.

FAANG e finanza etica

Dunque il rendimento dei fondi etici non è particolarmente influenzato dall’andamento negativo dei FAANG in questa fase di transizione (se non in maniera indiretta, cioè a causa della correlazione presente nei mercati).

I settori delle armi e quello delle fonti fossili sono in rialzo. Che fa Etica Sgr?

Sebbene sia possibile osservare una crescita del settore degli armamenti innescato dalla decisione dei Governi occidentali di aumentare di molto la propria spesa militare, Etica Sgr conferma la scelta escludere il settore degli armamenti dagli investimenti dei fondi. Questo posizionamento è per noi un valore fondante della finanza etica, che non può essere messo in discussione. Il settore degli armamenti non può creare, dal nostro punto di vista, in nessun modo un impatto sociale positivo.

finanza etica dice no alle armi

Stessa considerazione vale per la scelta di non investire in petrolio e carbone: la finanza etica resta salda nella scelta di puntare sulle energie rinnovabili e di non contribuire all’allarmante rallentamento nella lotta ai cambiamenti climatici cui stiamo assistendo.

Quali scenari possiamo ipotizzare per il futuro?

Stiamo vivendo una fase di transizione intesa come cambiamento che porterà a un nuovo equilibrio basato su tassi non più a zero, livelli di inflazione più elevati e livelli di crescita economica più ordinari, dopo lo straordinario boom economico post pandemia registrato l’anno scorso. Quanto durerà questa fase di transizione è difficile da prevedere, ma la storia ci dimostra che gli investitori etici, pazienti, non solo vedono un recupero delle perdite eventualmente subite in una fase di shock, ma riescono nel medio-lungo periodo a realizzare i propri obiettivi di investimento.

Siamo inoltre fiduciosi che la crisi energetica che ha colpito l’Europa e che sta ponendo tutti i Governi davanti alla necessità di aumentare la propria indipendenza negli approvvigionamenti di energia nel medio-lungo periodo potrà spingere ulteriormente la crescita del settore delle fonti rinnovabili su cui, da sempre, investono i fondi di Etica Sgr.

Ti potrebbe anche interessare