Etica Sgr contro le fake news e accanto al Centro di Giornalismo Permanente

Etica Sgr offre il suo supporto nel contrasto alle fake news accanto al Centro di Giornalismo Permanente (CGP) nella realizzazione della prima edizione del Festival d’inchiesta e reportage giornalistico (FIRE).

L’evento, di quattro giorni, si è tenuto a Roma nel giugno del 2022 proponendo approfondimenti, dibattiti e workshop gratuiti su criminalità organizzata, conflitti, sfruttamento del lavoro e della terra, violenza di genere, carceri e migrazioni. Il Festival è stato il culmine di un lavoro che ha visto CPG andare anche nelle scuole per sensibilizzare gli studenti sul tema dell’informazione e nel contrasto alle fake news.

Non è la prima volta che Etica Sgr sostiene il collettivo di giornalisti freelance, infatti ha già supportato il CPG in occasione di Archivio Desaparecido, un progetto di memoria attiva che si pone l’obiettivo di ricostruire le vicende dei cittadini italiani o di origine italiana desaparecidos.

Etica Sgr contro le fake news supporta FIRE del CGP

Per un’informazione trasparente, contro le fake news

“We are all fakes news” è un progetto volto alla sensibilizzazione sul fenomeno delle fake news in ambito sociale. Il Centro di giornalismo permanente ha svolto un laboratorio di 12 ore a 4 classi del Liceo Cavour e del Liceo Rossellini di Roma nei mesi di marzo e aprile 2022. Durante il laboratorio i membri del CGP hanno illustrato come si svolge un’inchiesta, cosa sono le fake news, come riconoscerle, quali sono le notizie false riportate in ambito sociale e hanno lavorato con gli studenti ad un prodotto giornalistico. L’idea è di sensibilizzare gli studenti sul fenomeno delle fake news e di spiegare l’importanza del giornalismo formando i lettori di domani.

Da settembre 2021, inoltre, i membri del CGP stanno portando avanti 4 inchieste a tema caporalato, migranti, violenza di genere e carceri che sono state pubblicate su media nazionali e internazionali nel mese di maggio. Qui trovate ad esempio l’inchiesta sul carcere.

Le 4 inchieste sono state presentate durante il Festival presso Villa Torlonia, nel quartiere San Lorenzo di Roma. Durante le quattro giornate si sono svolti 4 workshop gratuiti a tema fake news e giornalismo, 4 panel con i membri del CGP, delle associazioni coinvolte e con giornalisti italiani e internazionali, e sono stati proiettati gratuitamente 4 documentari inerenti ai temi delle inchieste.

Etica supporta FIRE, Festival d'inchiesta e reportage giornalistico

Perché Etica Sgr supporta FIRE

«Siamo una società di gestione del risparmio che, in qualità di investitore responsabile, lavora per il perseguimento di uno sviluppo sostenibile equilibrato tra ambiente e sociale, capace di coniugare il rispetto del Pianeta con la dignità nel lavoro, i diritti umani e dei lavoratori, la coesione sociale e la giustizia sociale. Il progetto incontra due ambiti a cui Etica Sgr tiene molto: la libera informazione e il contrasto alle fake news e la divulgazione, in questo caso rivolta ai giovani» commenta Luca Mattiazzi, Direttore Generale di Etica Sgr. «Etica Sgr promuove iniziative di approfondimento su temi sociali, in questo Festival si è parlato di caporalato, migranti, violenza di genere e carceri, con uno stile e un rigore assolutamente in linea con l’approccio etico della società».

Etica Sgr ha partecipato al panel “Sul fronte: raccontare la guerra“, un dibattito sulle conseguenze della guerra e sull’importanza della finanza etica nei conflitti. Per Etica è intervenuto Marco Carlizzi, membro del Consiglio di amministrazione, con lui giornalisti ed esperti del tema:

  • Rossella Miccio, Presidente di Emergency
  • Alberto Negri, inviato di guerra per il Sole 24 Ore
  • Valerio Nicolosi, regista, fotografo e giornalista si occupa di tematiche sociali, rotte migratorie e Medio Oriente
  • Nello Scavo, inviato speciale di Avvenire
L’intervento di Marco Carlizzi al FIRE 2022

Centro di giornalismo permanente (CGP), chi sono e cosa fanno

Il Centro di giornalismo permanente è un collettivo di giornalisti freelance nato da un’idea di ex studenti della Scuola di giornalismo della Fondazione Basso a Roma. Dal 2018, il CGP lavora nell’ambito del giornalismo sociale finanziando i propri lavori su conflitti, violazioni dei diritti umani, migrazioni, periferie, violenze di genere, mafie e crimini ambientali.

Il Centro di giornalismo permanente, inoltre, promuove eventi divulgativi legati al mondo del giornalismo e organizza workshop aperti a tutti con lo scopo di promuovere una formazione continua a costi accessibili.

Ti potrebbe anche interessare